VIAGGI A BIKANER

VIAGGI A BIKANER Bikaner è un'antica capitale, cinta di mura, fondata nel 1488 da Rao Bikaji, la cui dinastia regno incontrastata per quattro secoli e mezzo. In epoca medioevale si trovava su un'antica carovaniera. Il Lalgarh (Red Fort o Forte Rosso), ora in parte trasformato in un lussuoso albergo, è un palazzo del XIX secolo che si erge fra vasti prati.

Bikaner fu fondata nel 1488 sulle antiche strade carovaniere che collegavano l'Asia Centro-Occidentale con il Nord dell'India; fu capitale dell'omonimo principato e, durante il periodo medievale, un fiorente centro commerciale. Gran parte della città si trova entro un imponente spalto merlato ( 5 km di circonferenza, 5/9 mt. altezza) ed è sovrastata dal Junagarh Fort risalente al 16° secolo, il più bello dell'India insieme a quello di Jodhpur.

Al periodo moderno del Maharaja Ganga Singh, che govern per 56 anni, risale il famoso "Ganga Canal", imponente costruzione per l'irrigazione che convoglia sin qui le preziose acque dell'Himalaya. Capolavoro architettonico dello stesso Maharaja è anche il Lalgarh Palace, reggia eretta tra il 1902- 1926, da pochi anni trasformata in albergo, perfetto esempio dello stile indo-saraceno. La famiglia reale di Bikaner vive ancora in una parte del palazzo. Un altro palazzo in arenaria rossa è il Gajner Palace, residenza estiva dei maharaja, descritto come "incomparabile gioiello nel deserto del Thar". Si trova sulle rive di un lago, circondato da un bellissimo parco alberato, venne usato dai reali per battute di caccia e ricevimenti di re e dignitari da tutto il mondo ed ora in parte trasformato in albergo.

Poco distante il Karni Mata Temple è un luogo originale perché al suo interno ospita centinaia di ratti, venerati come animali divini. Bikaner è anche un famoso centro per le manifatture di tappeti e coperte, vasellame e legni intarsiati, gioielli e smalti, lavorazione di pelli di cammello e dolciumi. Tra le numerose manifestazioni religiose e culturali, grande notorietà spetta al Camel Festival che si svolge durante la seconda settimana di gennaio.